Download
Luigi Ademollo.pdf
Documento Adobe Acrobat 89.4 KB

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Luigi Ademollo

( Milano, 30 aprile 1764 – Firenze, 11 febbraio 1849 )

 

 

Da giovanissimo si iscrive all'Accademia delle Belle Arti di Brera, lascia Milano nel 1783 e si trasferisce a Torino da lì a breve tempo si trasferisce a Roma, dove inizia si da subito a lavorare come pittore. Nel 1879 fu nominato Professore presso l'Accademia di Belle Arti di Firenze. 

Nel 1792 si sposò a Roma con Margheria Cimballi da cui ebbe numerosi figli. Ebbe un considerevole successo grazie alla sue capacità di decoratore e alla sua ottima cultura letteraria, eseguì lavori presso Palazzo Pitti, alla Basilica della Santissima Annunziata, Palazzo Pucci, Palazzo Capponi. Nel Granducato di Toscana a Livorno eseguì le decorazioni neoclassiche del Teatro San Marco, andate perdute durante i bombardamenti aerei durante la seconda guerra mondiale. Si dedicò anche al disegno a tempera, al dipinto ad olio ed all'acquaforte. Morì a Firenze l'11 febbraio 1849. 

 

 

Bibliografia 

 

G. Mellini, Apertura per Luigi Ademollo, in Arte Illustrata , 1974

 

P. Bucarelli, Voce di Ademollo, Luigi in Dizionario Biografico degli Italiani, 1, Roma 1960