Download
GIOVANNI GRASSO.pdf
Documento Adobe Acrobat 71.6 KB

 

      Giovanni Grasso

 

     (Catania 19 dicembre 1873 – Catania 14 ottobre 1930)

 

L’attore teatrale e cinematografico Giovanni Grasso, è ricordato come il più grande attore tragico siciliano. Inizia la sua attività come marionettista, nella compagnia del padre Angelo. Alla carriera teatrale viene avviato da Nino Martoglio, ed insieme alla compagnia teatrale composta da Angelo Musco, Virginia BalistrIeri, Giacinta Pezzana, Rocco Spadaro e Totò Majorana, recita in diverse opere, come Berretto a sonagli, Feudalesimo, Morte Civile, Pietra su pietra e Cavalleria Rusticana, non solo in Italia, ma anche in Spagna, Germania, Russia, America del Sud, Inghilterra, Francia e Stati Uniti. Attore di cinema muto, fu considerato il pioniere di questo genere a livello internazionale con la pellicola Sperduti nel buio, diretta da Nino Martoglio.

 

Filmografia

 

Zolfara, 1912

 

Un amore selvaggio, di Raffaele Viviani, 1912 Capitan Blanco, di Nino Martoglio, 1914 Sperduti nel buio, di Nino Martoglio, 1914 Muerte civil, di Mario Gallo, 1918

 

?, di Mario Gallo, 1918

 

Cavalleria rusticana, di Mario Gargiulo, 1924

 

Bibliografia 

 

Giovanni Grasso. Il più grande attore tragico del mondo, di Sarah Zappulla Mascarà, la Cantinella, Catania, 1995

 

Grasso Giovanni, in Dizionario biografico degli italiani, di Franco Ruffini, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, Roma, 2002