Download
Carlo Alberto Baratta.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.2 KB

 

 

Carlo Alberto Barratta

 

Genova, 1754 - 1815


 

 

Carlo Alberto Baragli si avvicina alla pittura all'età di ventiquattro anni. Non frequentando regolarmente l'accademia imparò l'arte da autodidatta. Le sue principali opere pittoriche sono visibili sopratutto a Genova e in alcuni edifici religiosi del Genovesato – Tigulio, tra i quali nel santuario di Nostra Signora dell'Orto presso la cittadina costiera di Chiavari. Tra le opere conservate e ammirabili sono gli affreschi nel presbiterio della cattedrale di Chiavari – L'apparizione della Vergine nella volta e il Trasferimento della sacra immagine della Madonna dell'orto all'altar maggiore nell'abside, La presentazione al tempio nella basilica di Santa Maria di Camogli e L'Educazione della Vergine presso il Convento dei Cappuccini di Voltaggio. A Genova sono presenti le pitture Tentazioni di Sant'Agnese e Sant'Agnese che rifiuta le nozze principesche, presso la chiesa di Nostra Signora del Carmine e Sant'Agnese  - dipinte assieme al pittore Giovanni David; i Santi Gaetano di Thiene e Antonio Abate che venerano La Madonna pressa la parrocchia di San Giacomo a Pontedecimo. Nel 1797 divenne socio dell'Accademia Linguistica fino al 1801, muore nel 1815.

 

 

 

Opere 

 

Sacco di Troia

 

Tentazioni di Sant'Agnese 

 

Sant'Agnese che rifiuta le nozze principesche

 

Nostra Signora del Carmine e Sant'Agnese

 

Santi Gaetano e Thiene e Antonio Abate

 

Apparizione della Vergine

 

Trasferimento della Sacra immagine della Madonna dell'Orto All'Altare Maggiore

 

Presentazione al Tempio

 

 

Biografia 

 

Franco Sborgi, Pittura e Cultura artistica nell'Accademia Ligustica

 

Franco Sborgi, Pittura neoclassica e romantica in Liguria, Genova, 1975